Comunicazione beni in godimento

Comunicazione beni in godimento ai soci: premessa normativa

Lo slittamento delle scadenze a febbraio 2014 non è da considerare necessariamente come una notizia positiva, in quanto porterebbe, in realtà, a possibili congestioni per gli studi professionali che si ritroverebbero ad affrontare diversi adempimenti in un lasso temporale assai limitato: a febbraio 2014 lo spesometro e la comunicazione beni ai soci/finanziamenti si accavallerebbero alla scadenza della presentazione della dichiarazione Iva annuale in forma autonoma.
Un’ulteriore proroga al 2014, inoltre, comporterebbe comunque una ricostruzione dei dati dell’anno 2012 (anno solare nel caso dello spesometro e anno d’imposta nel caso della comunicazione beni soci/finanziamenti), quindi andando a ritroso di ben due anni.
Il tutto va poi valutato anche alla luce del fatto che il nuovo modello Spesometro è a struttura polifunzionale e comprende diverse tipologie di comunicazioni, oltre allo spesometro ordinario (comunicazione periodica black list, acquisti da operatori sammarinesi, comunicazioni delle società di leasing/noleggio, acquisti effettuati da turisti extra-UE in denaro).
Un’eventuale proroga a febbraio 2014 e una revisione del modello, rispetto a quello pubblicato con Provv. n.94908 del 02 agosto 2013, potrebbe causare delle difficoltà per gli operatori che devono/hanno scelto il modello spesometro per tali comunicazioni.

Leggi di più!

Comunicazione beni in godimento ai soci: la soluzione software Ipsoa!

Il nuovo software Wolters Kluwer, Comunicazione dei beni in godimenti ai soci, si rivolge agli Studi Professionali e Associazioni e prevede di:

  • predisporre automaticamente, dalla gestione cespiti, la lettera raccolta dati da inviare ai clienti, contenente l’elenco dei soggetti potenzialmente obbligati ed i relativi beni dell’azienda.
  • Inserire i dati aggiuntivi dei beni forniti dal cliente del commercialista
  • Importare da file intermedio e telmatico, nel caso il cliente non utilizzi la nostra gestione cespiti
  • generare il file telematico

La soluzione è integrata con gli archivi anagrafici e dei cespiti di Sistema Professionista con conseguente risparmio di tempo per l’operatore che deve gestire l’adempimento.

Web Desk data Entry: la soluzione Ipsoa per i professionisti e le aziende

E’ la soluzione che consente di inserire (o modificare) i dati necessari alla compilazione della dichiarazione fiscale delle persone fisiche (Modello 730 e Modello Unico Persone Fisiche); la funzione è concepita per semplificare al massimo l’inserimento delle informazioni necessarie alla redazione della dichiarazione e senza dover compilare il modello dichiarativo. Questo consente l’utilizzo della Prima nota Fiscale anche a chi non ha nozioni normative o che non si occupa nello specifico delle dichiarazioni (per esempio addetti alla segreteria).

Il modulo Web desk data entry può essere utilizzato per inserire:

  • oneri deducibili e detraibili
  • variazioni familiari a carico

relativi sia al modello Unico Persone Fisiche passato sia al  modello Unico Persone Fisiche prossimo, essendo una funzione indipendente dall’anno di competenza delle dichiarazioni.

I dati inseriti tramite la funzione sono travasati automaticamente nel rigo corretto del quadro di competenza a seguito di appositi controlli. Leggi di più...

Inoltre solo per i clienti che hanno già acquistato il modulo Spesometro una ulteriore vantaggiosa offerta per l’acquisto di tutti e due i nuovi moduli.

Leon@rdo srl | Via G. della Bizzarria 12 50127 Firenze (FI) | tel. +39 055 112233 fax +39 055 3264005 info@leonardonet.it | p.iva 05759710485
Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews